________________________________________________________

1 maggio 2013

Cinque LibroGame "nascosti"

Beh... nascosti è una parolona, perché in realtà i cinque LibroGame su quali faremo una rapida carrellata sono ben in vista, tranne forse uno...

Si tratta di quei brevi racconti gioco inseriti all'interno di manuali di GDR (spesso con intenti didattici per i Giocatori ed i Narratori alle prime armi), ma anche di una chicca meno conosciuta che certamente incuriosirà l'appassionato ed il collezionista.

È possibile, ed anzi direi certo, che ve ne siano altri oltre quelli di mia conoscenza e che vi presento in questo post. La qual cosa potrebbe anche scatenare una eccitante caccia alla citazione di altri LibroGame "occulti"... I commenti in tal senso sono più che benvenuti!

Cominciamo col celeberrimo racconto contenuto nel Libro A - L'Avventura di Uno Sguardo nel Buio. Si intitola La pergamena nascosta e il protagonista è il giovane avventuriero Alrik, appena giunto dalla campagna nella tentacolare città di Havena. Il racconto si divide in due parti: la prima consta di soli 6 paragrafi numerati per lettere (A, B...), completato da un racconto un po' più lungo di 58 paragrafi.

Sempre restando in tema di Uno Sguardo nel Buio, nel GDR per computer Drakensang 2: The River of Time, è possibile trovare in una taverna un vero e proprio LibroGame di 35 paragrafi interamente giocabile! I ragazzi di LibroGame's Land ne hanno anche realizzato una traduzione e l'hanno pubblicato nel LGL Magazine di Agosto 2011.

Ancora più conosciuto è il racconto-gioco di 90 paragrafi che guida il neofita alla scoperta del mondo di Dungeons&Dragons nella oramai leggendaria Scatola Rossa del BECMI. Il personaggio che interpretiamo è un giovane guerriero senza nome (da notare la vetustà del manuale che da del "lei" al giocatore) impegnato in una scorribanda nel dungeon del perfido Stregone Bargle.

Nel 1984 la Puffin Books pubblicò un GDR bello e misconosciuto, ambientato nell'Inghilterra Vittoriana e chiamato Maelstrom. La (scarsa) fama di cui gode questo gioco presso gli appassionati è dovuta soprattutto al suo corposo erbario, che contiene decine e decine di piante dall'utilizzo erboristico e venefico tratte da un vero erbario vittoriano. All'interno del manuale si trova un gustosissimo mini LibroGame di 160 paragrafi nel quale assumiamo il ruolo di un assassino incaricato di uccidere Magnus Brote, un ricco mercante londinese. Il colpo di scena finale è davvero mozzafiato!

Un altro piccolo gioiello se ne sta rintanato fra le pagine di Dicing with Dragons, scritto nel 1982 da Ian Livingstone. Il libro - che ha visto anche una sua traduzione italiana nel 1986 per i tipi della Longanesi col pedissequo titolo di Giocare a Dadi col Drago - è una completa rassegna sul fenomeno dei Giochi di Ruolo su carta e persino sui primissimi esperimenti per Home Computer dell'epoca, a testimonianza della ricchezza del fenomeno dei GDR nei primi anni '80. Il LibroGame contenuto in Dicing... è nientemeno che Eye of the Dragon, un racconto di 134 paragrafi su cui Livingstone ha rimesso mano nel 2005 ampliandolo fino a 407 paragrafi nelle reissues della celeberrima serie Fighting Fantasy. La curiosità è che questa versione originale presenta un regolamento completamente diverso dal più familiare SKILL, STAMINA e LUCK della serie madre.

3 commenti:

Mauro Longo ha detto...

Ottimo riassunto!

Mauro Longo ha detto...

Ottimo riassunto!

Andrea Tupac Mollica ha detto...

Ne conosci altri, Mauro?

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...