________________________________________________________

7 settembre 2013

Retrospettiva: Creature Crucible

Definirli "misconosciuti" è davvero eccessivo. E tuttavia i quattro volumi per OD&D che vanno sotto il titolo di Creature Crucible non hanno mai goduto della popolarità di altri moduli d'espansione, a partire dai celebri Atlanti (Gazetteer). Per l'appassionato ed il collezionista, infatti, i Creature Crucible sono paragonabili per importanza ad altri volumi meno conosciuti, come il Bestiary of Dragons and Giants.

Creature Crucible è una linea di quattro libretti, ciascuno dedicato ad un gruppo di creature del mondo di Mystara, presentati con dovizia di nuove regole ma, soprattutto, con l'opzione di poterli impiegare quali Personaggi Giocanti all'interno della propria campagna.

Si tratta di prodotti dalla qualità altalenante, ma comunque tutti dignitosi e ben confezionati. I migliori della serie sono, a mio giudizio, il primo e l'ultimo, che trattano rispettivamente delle creature fatate e dei licantropi.

I quattro moduli sono:

Tall Tales of the Wee Folk (PC1 - TSR9254)
1989, di John Nephew, due libretti di 64 e 32 pagine più copertina a 3 pannelli, ISBN 0880387602
Dedicato alle creature fatate del bosco: Centauri, Driadi, Ent, Fauni, Satiri, Pixies, Brownies ecc. Il modulo presenta tutte queste razze nel dettaglio della loro storia ancestrale, le loro abitudini e motivazioni, le abilità speciali ed i poteri magici di cui sono dotati. Un booklet a parte contiene numerosi scenari di gioco, tutti gradevoli ed ispirati alle favole di fate della tradizione nordoccidentale.

Top Ballista (PC2 - TSR9255)
1989, di Carl Sargent, due libretti di 64 e 32 pagine più mappa-poster, ISBN 0880387742
Descrive la città di Serraine, popolata da Gnomi, Gremlin, Nagpa ed altre creature fantastiche (e Caotiche) incontrate prima della sua pubblicazione solo come mostri da combattere. Anche questo modulo abbonda di nuove regole ed incantesimi, ed il libretto più piccolo contiene spunti e scenari d'avventura.

The Sea People (PC3 - TSR 9277)
1990, di Jim Bambra, due libretti di 64 e 32 pagine più mappa-poster, ISBN 0880388269
Descrive il mondo segreto e prodigioso delle creature sottomarine nel periglioso reame del Sea of Dread: Elfi Marini, Tritoni, Uomini-Pesce ecc. Anche in questo terzo volume della serie ci sono nuove regole e incantesimi, con il libretto più piccolo che invece contiene spunti e scenari d'avventura. È probabilmente il titolo più debole della serie, anche a causa dell'ambientazione molto inusuale.

Night Howlers (PC4 - TSR9368)
1992, di Ann Dupuis, due libretti di 64 e 32 pagine più mappa-poster, ISBN 1560763922
Uno dei migliori della serie, assieme a "Tall Tales...". Descrive tutte le creature mannare (Lupi, Orsi, Volpi, Pipistrelli ecc.) e fornisce una dettagliata ambientazione di riferimento ispirata ai racconti d'Averoigne di Clark Ashton Smith: la Valle dei Lupi sita in quel di Glantri. Anche qui ci sono scenari e spunti per avventure.

0 commenti:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...