________________________________________________________

10 aprile 2014

La libreria di Lortag

Chi di voi si ricorda Lortag, il simpatico erudito di Kharé che ci aiuta ad uscire dall'infernale Città dei Misteri nel secondo volume della serie di LibroGame Sortilegio? Eccolo qui, nell'illustrazione che di lui ci fa il bravissimo John Blanche.



Ovviamente l'attenzione del lettore è tutta rivolta ai pezzi dell'enigma che si trovano sul tavolo e che dobbiamo risolvere affinché Lortag, a sua volta, ci dia una mano. Ma se diamo un'occhiata ai libri della sua biblioteca scopriremo un sacco di cose interessanti sui suoi gusti in fatto di letture...

Nello scaffale più in alto possiamo vedere nell'angolo a destra di chi guarda quattro tomi uno sopra l'altro. Di questi uno ha un titolo illeggibile ma gli altri tre recano: Axiome, Necropolitics e anche una raccolta di White Dwarf 1-30!

Ma gli eclettici interessi di Lortag non si fermano certo qui. Passiamo al secondo scaffale (sempre dall'alto). Nell'angolo sinistro troviamo un bel volume intitolato semplicemente Tolkien. Sarà una monografia sul celeberrimo autore o un saggio d'altra e più esoterica natura?

Al terzo scaffale, nell'angolo destro, troviamo: due volumi contraddistinti da un giglio e contrassegnati dai numerali romani 'II' e 'III', la qual cosa lascia sospettare che la figura del vecchio erudito probabilmente copra il volume 'I'. Subito accanto abbiamo un bel volume intitolato Jackson e un po' distanziati: Jes, Balykoth, Malkuth ed un'ultimo che parrebbe intitolato Voloder.

Sull'identità di Jackson possiamo nutrire ben pochi dubbi, restano oscuri invece gli altri titoli, eccezion fatta per Malkuth che è uno dei nomi con cui viene chiamata la decima Sefirot dell'Albero della Vita cabalistico; per l'esattezza Malkuth è la Sefirot della realtà terrena.

Nello scaffale successivo, a sinistra, troviamo una pergamena di cui leggiamo solo parte dell'iscrizione che reca Garibo(l)[?][...].

Mentre a destra dello stesso scaffale, troviamo tre interessanti volumi: Kharé (forse una guida della città), Dwarf Hymns (Inni Nanici) e, in ombra, l'inquietante Syn 1.

Al quinto scaffale a sinistra ci accorgiamo che il buon Lortag ha il primo volume di un libro del maestro John Blanche, intitolato per l'appunto Blanche - vol 1, il tomo secondo di un trattato negromantico dal titolo Unlife - vol 2, e a seguire una copia dell'enigmatico [S]IONS.

Sullo stesso scaffale, ma a destra, troviamo: due oscuri tomi: Bezelgue e Mogibell o Mogibele. Così ad occhio parrebbero i nomi di due entità infere, ma il mistero resta inviolato...

Gli ultimi titoli leggibili, infine, li troviamo nell'ultimo scaffale, quello più in basso. Qui, a sinistra, pare di intravedere un volume intitolato Slee[...] ed un altro che reca sul dorso D. McFa.

Entrambi i volumi mi paiono indecifrabili quanto a contenuto.

3 commenti:

Giovanni Lelli ha detto...

magnifico post, bravo andrea

Mauro Longo ha detto...

Ahahaha... Interessante!!

Cecco dpiù ha detto...

Un post meraviglioso!

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...