________________________________________________________

3 luglio 2012

Magic 2013: un nuovo modo per spellare i giocatori

Si chiama Magic 2013 ma esce nel 2012, forse per paura della profezia dei Maya che, qualora si avverasse, renderebbe inutili gli sforzi degli ideatori del gioco per spellare a sangue i malcapitati che dovessero scaricare questa app gratuita per iPad.

Già, perché l'app è gratuita ma, fatta eccezione per le poche e miserabili carte nella dotazione di base, c'è tutta una bella e nutrita sezione in-app per acquistare - con soldi veri, s'intende - altre carte: quelle che fanno la differenza nel gioco.

Magic 2013 è pressoché identico alla sua originaria controparte cartacea, con la possibilità di cimentarsi contro l'AI del gioco o online contro altri malcapitati giocatori.

Il perché di tanta mia acrimonia nei confronti di tale gioco è presto detto: a mio tempo anche io fui una vittima di questa trappola infernale, a metà strada tra gli scacchi e una dose di eroina. Ho ricordi orribili della quantità di soldi spesi, del tempo sprecato a costruire mazzi, a cercare le carte che mi servivano, ad apprendere concetti psicotici come la curva del mana e la sideboard.

E ancora oggi provo un senso di profonda liberazione quando rimembro il giorno in cui presi la decisione irrevocabile di disfarmi delle quasi 2000 carte accumulate in pochi anni. Prima vendetti a stretta trattativa le carte più costose, per poi procedere a vendite sempre più bundle del rimanente. Ero talmente disgustato da quella roba che ricordo chiaramente che insistetti per liberarmi persino dei raccoglitori che le contenevano e delle card sleeves: le bustine con il dorso colorato o illustrato che servivano a proteggerle dall'usura.

Ed ora Magic ritorna, pronto per aggredire una nuova fascia di incauti giocatori.

Poveri...

0 commenti:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...