________________________________________________________

8 gennaio 2013

Retrospettiva: Gypsies

Tracciare l'elenco completo di tutte le pubblicazioni del World of Darkness della mitica casa editrice White Wolf sarebbe un'impresa titanica. Tra manuali base, companion dei Giocatori e del Narratore, clanbook, kithbook, tribebook, traditionbook, moduli geografici, avventure e quant'altro il catalogo del WOD credo ammonti a oltre 100 titoli!

[Aggiornamento: ho trovato l'elenco completo dei prodotti del World of Darkness. Ammonta in realtà a quasi 300 titoli!]

Ma una delle chicche che ho sempre apprezzato moltissimo sono le pubblicazioni finite nel capitolo Year of the Ally. Si tratta di piccoli manuali con le regole e l'ambientazione per giocare quelle figure secondarie che popolano il WOD: sto parlando di Ghouls per Vampiri, Sorcerer per Mage, Kinfolk per Werewolf, più altri piccoli tesori come il bellissimo Gypsies.


[Aggiornamento: Dimenticavo di citare Mediums: Speakers with the Dead, dedicato ai mortali in grado di entrare in comunicazione col mondo degli eterei Wraith.]

Come suggerisce il nome, Gypsies delinea la fondazione, le leggende e gli speciali poteri delle famiglie gitane tradizionali, figure tratteggiate in maniera decisamente diversa dal consueto stereotipo dello "zingaro". Nel WOD gli Gypsies sono indissolubilmente legati fin dagli albori dei tempi ai principali attori del complesso universo del Mondo di Tenebra, con particolare riguardo ai Vampiri e - ovviamente - al Clan Ravnos, del quale una della famiglie in cui sono suddivisi i Gypsies (Lupines, Phuri Dae, Urmen, Tsurara e, per l'appunto, Ravnos) rappresenta la controparte mortale.

I personaggi che è possibile creare con Gypsies sono molto meno terrificanti e potenti dei protagonisti dei manuali principali - alla fin fine si tratta di mortali - sebbene alcuni di loro possano essere dotati di poteri sorprendenti, sia nel combattimento che nella magia. Ma il mondo di avventure nel quale è possibile immergere una kumpania di Gypsies è davvero variegato ed all'insegna del più bel crossover fra i vari mondi del WOD.

Il manualetto consta di 119 pagine nel consueto formato White Wolf, copertina cartonata non rigida, interno interamente in bianco e nero con le bellissime e seducenti illustrazioni di Tom Berg, Drew Tucker ed altri talentuosi disegnatori.

0 commenti:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...